lunes, 27 de febrero de 2017

Analogía entre el Chile de Salvador Allende y el Venezuela de hoy (Extracto de la novela "La casa de los espiritus" de Isabel Allende, escrita en el 1982)

Isabel Allende, "La casa de los espiritus", 1982


¿Que pasaba en Chile antes que fuera derrocado el Gobierno Popular de Salvador Allende? Lo describe Isabel Allende en su novela "La casa de los espiritus". El parecido con la acutual realidad venezolana es asombroso. ¿Coincidencia? 

Extracto de la novela "La casa de los espiritus" de Isabel Allende, escrita en el año 1982:
"El pueblo se encontró por primera vez con suficiente dinero para cubrir sus necesidades básicas y comprar algunas cosas que siempre deseó, pero no podía hacerlo, porque los almacenes estaban casi vacíos. Había comenzado el desabastecimiento, que llegó a ser una pesadilla colectiva. Las mujeres se levantaban al amanecer para pararse en las interminables colas donde podían adquirir un escuálido pollo, media docena de pañales o papel higiénico. El betún para lustrar zapatos, las agujas y el café pasaron a ser artículos de lujo que se regalaban envueltos en papel de fantasía para los cumpleaños. Se produjo la angustia de la escasez, el país estaba sacudido por oleadas de rumores contradictorios que alertaban a la población sobre los productos que iban a faltar y la gente compraba lo que hubiera, sin medida, para prevenir el futuro.

27 F, Sacudón, caracazo y golpe de estado (Omar Gómez)

Omar Gómez, Aporrea, 27/02/2017


Omar Gómez
No hay duda, el 27 de febrero de 1989 cambió la historia venezolana, sentando las bases para el entierro del bipartidismo, hecho que ocurriría en menos de diez años. El 27 F es un punto de quiebre en la historia moderna de Venezuela que tiene pocos momentos de comparación, siendo uno de ellos la recuperación del poder por parte de la Revolución apenas 13 años después.

En el siglo XX la participación masiva del pueblo venezolano en el acontecer político se dio principalmente a través de los procesos electorales. Tal vez debamos agregar el protagonismo en la huelga petrolera de 1936, o durante las movilizaciones luego de los derrocamientos de Medina Angarita y de Pérez Jiménez. Recordemos que cuando dieron el golpe de estado a Rómulo Gallegos, no hubo prácticamente ninguna movilización, quedando el gobernante partido AD como un simple mirón de lo que sucedía, tal vez por la complicidad de algunos altos personeros de dicho partido.

domingo, 26 de febrero de 2017

Toni Negri, tributario del globalismo (Tito Pulsinelli)

Tito Pulsinelli, Selvas, 26/02/2017


Il professor Toni Negri, nell'anno di grazia 2017, riesce a sorprendere ancora: in negativo. Si mostra come un riconoscente tributario del globalismo che -nonostante tutto- vanterebbe  il pregio di aver aperto l'accesso al paradiso del consumo a settori consistenti del "terzo mondo" (sic). A suo dire, il globalismo avrebbe "migliorato" le condizioni di vita delle masse in terra d'Africa. Ma va lá... Come spiegare le migrazioni verso le metropoli europee? Si tratta, invece, di esodi simili a quelli di epoche davvero lontane. Stalin ha finalmente degli emuli entusiasti, almeno per quanto riguarda il trapianto di intere popolazioni o per ripopolare territori con altre etnie. E' la nuova ingegneria demografica per ridisegnare l'Europa alla misura dei gusti di Soros e i suoi colleghi "nouveaux filanthropes". Tra l'altro, queste tramigrazioni erano stato largamente anticipate dal colonnello Gheddafi, che tutto poteva essere, meno un profeta cieco.

La solita vecchia politica: il calciomiliardo, oppio dei popoli (Marinella Correggia)

Marinella Correggia, 26/02/2017

Altri interventi di Marinella Correggia

Il #calciomiliardo è l'oppio dei popoli, altro che ecofuturo, cara Virginia Totti (& affaristi & complici & astenuti). Mentre il clima che cambia provoca più fame, e mentre, nell'indifferenza, guerre fomentate anche dall'Italia devastano intere nazioni, ecco che la giunta azzeccagarbugli Raggi-Totti regala ai tifosi dei tiracalci miliardari un altro stadio con opere annesse; dimezzate: solo metà rovina. Un'opera inutile, un pesante impatto sul clima (non è difficile calcolarlo), una dolorosa ennesima colata fossile sul suolo, la prova finale che a Roma la politica ha un'unica direzione, e non è quella del cambiamento. Altro che ecofuturo.  

Lo stadio (nella capitale ce ne sono già due, mi pare) è un'arma di distrazione di massa. Acchiappavoti. La solita vecchia politica. Vecchissima. Dell'epoca dei romani: panem et circenses. Con il corollario di spacciare il tutto per vittoria ecologista. Incredibile faccia tosta. Ma sarà premiata con i voti. Il mondo è dei furbi.

jueves, 23 de febrero de 2017

Il nodo storico di 80 anni fa fra Bordiga e Gramsci: il problema della necessità e urgenza del partito rivoluzionario (Dante Lepore)

Dante Lepore, Inchiesta Operaia, Anno II, n. 4, novembre-dicembre 2000Pubblicato anche in Facebook, 16/02/2017


La rottura con il riformismo opportunista e con il centrismo come problema dei tempi

Le tragiche conseguenze della prima guerra imperialistica mondiale sul proletariato europeo accelerano, nel movimento operaio, sia pure in modo faticoso, la coscienza della natura opportunista del riformismo. Nel corso della carneficina della guerra e nell'infocato dopoguerra maturano le condizioni per la storica rottura nel socialismo della II Internazionale e per la nascita dell'Internazionale Comunista.

Riflessione di Loren Goldner su Donald Trump

Loren Goldner, New York 11/02/2017
Originale in inglese dal titolo "On the Current Situation in the United States" - Traduzione all'italiano Cortocircuito 

Article in English

Donald Trump con Ronald Reagan
Tanto per cominciare, è bene precisare che l’elezione di Trump è avvenuta nonostante, in novembre, il voto popolare si fosse espresso a suo svantaggio: 62 contro 65 milioni di voti.

La sua vittoria è stata resa possibile grazie all’antiquato Collegio Elettorale per 304 voti contro 227. Questo sistema fu adottato alla fine del Settecento, per garantire che i piccoli Stati (in maggior parte agrari e schiavisti) potessero tenere sotto controllo il potere degli Stati a maggiore urbanizzazione industriale. Trump ha perso tutto il Northeast (stato di New York, Massachusetts, ecc.) e la West Coast (California, ecc.) e ha vinto nella maggior parte degli Stati centrali.

On the Current Situation in the United States (Loren Goldner)

Loren Goldner, Insurgent Notes, 12/02/2017

Articolo in italiano

Let’s begin with the purely electoral aspect of Trump’s victory in November. He lost the popular vote by 65 million to 62 million, but that didn’t matter because he won the archaic Electoral College by 304 to 227. The Electoral College was established in the late eighteenth century to appease the slaveholding states: it was a device to turn the non-votes of the slaves who counted to determine the number of representatives in the House into votes that would count in the presidential election. The trick was to use the number of representatives plus the two senators as the basis for determining the number of electors—thereby enshrining the deep fraud of the three-fifths compromise into the presidential election system.

Falleció Argenis Martínez: Sepa por qué todos los niños de Vietnam conocen a este venezolano

Fuente: Alba Ciudad (LBR) - Con información del Blog de Roso Grimau, 23/02/2017

El pasado 21 de febrero falleció Carlos Argenis Martínez Villalta, uno de los participantes en la “Operación Van Troi” que miembros de la Juventud Comunista (JCV) y de las Fuerzas Armadas de Liberación Nacional (FALN) ejecutaron el 9 de octubre de 1964, como parte de la lucha que grupos insurgentes venezolanos efectuaban contra el imperialismo estadounidense.

En aquella acción, fue secuestrado el teniente coronel estadounidense Michael Smolen, agregado aéreo de la embajada de Estados Unidos en Venezuela y agente de inteligencia militar de la CIA. Pedían a cambio la liberación, en el otro lado del mundo, del vietnamita Nguyen Van Troi, miembro del Vietcong quien iba a ser fusilado en Vietnam del Sur por planear un atentado contra el Secretario de Defensa estadounidense, Robert McNámara, en medio de la guerra de Vietnam.

martes, 21 de febrero de 2017

Riesci a vedere il gatto? ¿Logras encontrar el gato? (Giochi per la mente / Juegos por la mente)

Attilio Folliero, Caracas 21/02/2017
Fonte: Reddit

Riesci a trovare il gatto nella seguente foto? 'Logras encontrar el gato en la siguiente foto?

Cliccare sull'immagine per ingrandirla / Clicar en la imagen para engrandeserla

Dante e i Templari fiorentini, fino a John Fitzgerald Kennedy (Libre)

Fonte: Libre, 15/08/2016

Il libro: Luca Monti, “Firenze, città santa dei Templari”, Aurora Boreale editore, 80 pagine, 12 euro.

In un libro edito da Aurora Boreale, “Firenze, città santa dei Templari”, Luca Monti scrive che Dante Alighieri fu il Gran Maestro segreto dei Templari dopo Jacques De Molay.

«La storia dei Templari è molto diversa da quella che viene descritta dagli storici tradizionali», spiega Monti, intervistato da Paolo Franceschetti. «Quando io mi occupo della storia non me ne occupo con gli strumenti tradizionali, cioè con i libri e i materiali scritti da storici, perché questi sono materiali scritti da uomini, quindi con criteri limitati; io parto invece dai simboli, che sono universali a tutte le latitudini. Da questo punto di vista i simboli usati dai Templari ci dicono molto, e ci dice molto anche il modo in cui Dante scriveva, che era di tipo esoterico. Già questo quindi offre le prime basi di partenza per l’interpretazione della Divina Commedia e ci dà delle precise indicazioni sul suo valore». Tutto, aggiunge Monti è basato su determinati numeri: 3 cantiche, e 3 è il numero della perfezione; 33 canti, e 33 è il massimo grado della massoneria, il massimo grado sapienziale. Ricorre spesso il numero 13: Dante mette nelle varie cantiche diversi gruppi di 13; 13 i dannati a cui Dante chiede il nome, 13 quelli cui non chiede il nome, 13 i dannati che si fanno riconoscere senza che venga loro chiesto il nome, eccetera.

domingo, 19 de febrero de 2017

Quanti quadrati riesci a contare (Giochi per la mente)

Attilio Folliero, Caracas 19/02/2017
Fonte: Internet

Quanti quadrati ci sono nel seguente disegno? ¿Cuántos cuadrados hay en este dibujo?

Resolver este acertijo en cinco segundos. ¿Eresa capaz? (Juego por la mente)

Attilio Folliero, Caracas 19/02/2017
Fuente: Internet

Senza prove, Amnesty International continua a condannare la Siria (Marinella Correggia)

Marinella Correggia, 16/02/2017

Vedasi anche:
- Altri articoli riguardanti "I mercenari dei diritti umani"
- Altri articoli riguardanti la guerra in Siria
- Altri articoli di Marinella Correggia

Nota di Attilio Folliero: Molte ONG, Organizzazioni Non Governative, organizzazioni umanitarie e pseudo umanitarie che fanno finta di difendere i diritti umani, o l'ambiente, o fingono di lottare contro questa e quella ingiustizia sono al servizio della classe dominante, del sistema. Nei loro "rapporti" documentano o inventano violazioni dei diritti umani ed ingiustizie dove fa comodo. Nulla dicono per esempio delle violazioni dei diritti umani commessi dall'imperialismo statunitense, delle loro invasioni, dei colpi di stato, degli eccedi e di ogni sorta di violazione. Loro guardano solo in certe direzioni e trovano, spesso inventando, violazioni che fanno comodo a chi li finanzia. Cosa ci si può aspettare da Amnesty International e dal suo leader guerrafondaio, Zbigniew Brzezinski? Solamente accuse e violazioni di quei governanti che danno fastidio ai loro burattinai. Ogni tanto ci siamo occupati anche noi di queste organizzazioni pseudoumanitarie e dei suoi leader che abbiamo definito "Mercenari dei diritti umani": Amnesty InternationalHuman Rights WatchReporteros sin FronterasAVAAZ, Greenpeace ed altre.

Amnesty International, la nota, grande e ricca organizzazione internazionale per i diritti umani, è infallibile come il papa? I suoi rapporti sono verità anche quando non hanno alcuna prova a supportarli? Se Amnesty fa una denuncia contro le carceri siriane dobbiamo crederle anche se perfino un oppositore rifugiato all’estero risponde punto per punto all’organizzazione smontandone metodologia, procedure e verosimiglianza dei fatti riferiti?

Sin pruebas Amnistía Internacional sigue condenando a Siria (Marinella Correggia)

Marinella Correggia, Sibialiria, 16/02/2017

Ver tambien:

- Lo stesso articolo in Italiano
- Otros articulos sobre "Los mercenarios de los derechos humanos"
- Otros articulos relacionados con la guerra en Siria
- Otros articulos de Marinella Correggia

Nota de Attilio Folliero: Muchas ONG, Organizaciones No Gubernamentales, organizaciones humanitarias y pseudo humanitarias que dicen defender los derechos humanos, el ambiente y luchar contras las injusticias; en realidad muchas de estas ONG están al servicio de la clase dominante. En sus relaciones, donde documentan violaciones a menudo inventan cada tipo de violación e injusticia para justificar alguna “intervención humanitaria”. Nada dicen en relación a las violaciones de los derechos humanos por parte del imperialismo estadounidense, nada por los atropellos, invasiones y golpe de estado cometido por Los Estados Unidos. Ellos miran solamente en algunas direcciones y encuentran, a menudo inventando, violaciones que convienen a sus amos. ¿Qué podemos esperar, por ejemplo de Amnesty International y de su líder belicista, Zbigniew Brzezinski? De veces en cuando nos hemos ocupado de estas organizaciones pseudo humanitarias y de sus líderes que hemos definido “los mercenarios de los derechos humanos”: Amnesty International, Human Rights Watch, Reporteros sin Fronteras, AVAAZ, Greenpeace y otras.

¿La conocida, grande y rica organización para los derechos humanos  Amnistía Internacional es infalible como el papa? ¿Sus informes son verdad aun cuando no haya prueba que los apoye? ¿Si Amnistía hace una denuncia debemos creerle aunque se vea de lejos que se trata de informaciones contradictorias y no fidedignas?

AVAAZ, la malemerita (Con video di Mario Albanesi)

Attilio Folliero, Caracas 19/02/2017

Vedasi altri articoli riguardanti "I mercenari dei diritti umani"

Mario Albanesi in un suo video pubblicato in You Tube, riportato di seguito, definisce la fondazione AVAAZ "malemerita", nel senso contrario di benemerita.

Qual è il vero scopo di questa associazione creata da George Soros, agente miliardario dei Rothschild e noto pianificatore di colpi di stato, diffusore di zizzania, e “rivoluzioni” colorate?

La Fondazione AVAAZ (che significa “voce”) è collegata agli Illuminati; ha sede a Manhattan, New York, promuove la menzogna sul cambiamento climatico provocato dall’uomo e spesso ha chiesto l'intervento straniero in vari stati. Reecentemente ha chiesto l'intervento anche in Siria.

jueves, 16 de febrero de 2017

Legge contro le fake news sul web. Censura? (Web Informazione)

Davide Bassan, Web Informazione, 16/02/2017

Ieri al Senato è stato presentato il ddl sulle "Disposizioni per prevenire la manipolazione dell’informazione online, garantire la trasparenza sul web e incentivare l’alfabetizzazione mediatica", una proposta di legge contro la diffusione delle "bufale" sul web, le cosiddette fake news.

Il testo (bozza), a firma Adele Gambaro (ex M5S, ora Ala-Sc) insieme ad altri parlamentari, prevede come sanzioni per i trasgressori delle nuove regole, ammende pecuniarie fino addirittura alla reclusione in carcere.

miércoles, 15 de febrero de 2017

Lo zafferano migliora la vista e protegge la retina dalla degenerazione maculare


La perdita della vista e la degenerazione della retina si manifestano con frequenza dopo i 50 anni e in Italia si stima che più di 3.5 milioni di persone ne soffrano.  Si prevede che nel 2020 circa 196 milioni di persone saranno colpite da degenerazione maculare legata all’età e il 41% di esse svilupperà cecità.

Con l’avanzare dell’età si cominciano ad avvertire i primi sintomi dell’invecchiamento e una delle condizioni più diffuse è proprio l’indebolimento della vista. La degenerazione maculare è la principale causa di cecità irreversibile in occidente.

martes, 14 de febrero de 2017

De como las muñecas me llevaron a otra dimensión (Cuento breve de Cecilia Laya)

Cecilia Laya, Caracas 12/02/2017
Fuente: Facebook Cuentos breves

Otros cuentos, poemas y escritos de Cecilia Laya

Un día domingo fui con Hector a visitar el museo de Bellas Artes, se exponían las obras de Armando Reveron, sabia que era el pintor de la luz, caraqueño, y según los comentarios tuvo un taller que era como un castillete, de aspecto muy rudimentario y natural, ubicado en Macuto.

Solo al llegar me impacto la publicidad que fue colocada a la entrada del museo; era una banda de tela muy ancha, con su rostro y nombre muy visibles, !vibro mi energía contagiando a mis emociones!

Fuimos recorriendo las salas, observando y admirando las maravillosas obras correspondientes a las diferentes etapas de su vida artística; la sepia, azul, blanco, la luz, paisajes, retratos, Juanita y muchas mas.

Pero había otra sala, aquella, de muy poca luz, silenciosa pero muy concurrida, hacia ella me apresure en llegar.

domingo, 12 de febrero de 2017

Sanremo 2017: Vince Francesco Gabbani con Occidentali's Karma davanti a Fiorella Mannoia e Ermal Meta (Video)

Attilio Folliero, Caracas 12/02/2017

Vedasi anche:

La sessantasettesima edizione del Festival di Sanremo si è conclusa con la vittoria di Francesco Gabbani con la canzone "Occidentali's Karma"; seconda classificata Fiorella Mannoia con "Che sia benedetta"; terzo classificato Ermal Meta con "Vietato Morire". Tra le "Nuove proposte" si è imposto Lele con la canzone "Ora mai".

Il festival si è svolto al Teatro Ariston di Sanremo dal 7 all'11 febbraio 2017 ed è stato condotto da Carlo Conti, affiancato dalla conduttrice televisiva Maria De Filippi. Di seguito i video delle canzoni vincitrici.

Festival di Sanremo: Tutti i vincitori (dal 1951)

Attilio Folliero, Caracas 19/02/2011 - Ultimo aggiornamento 12/02/2017

Articoli sul Festival di Sanremo

Di seguito, l'elenco di tutti i vincitori del Festival della Canzone Italiana di Sanremo (Festival di Sanremo), la cui prima edizione risale al 1951.

Oltre alla lista dei vincitori di tutte le edizioni, riportiamo anche la statistica dei plurivincitori.

  
Nilla Pizzi, Claudio Villa e Domenico Modugno

sábado, 11 de febrero de 2017

"Luce" e "Raccolto" due canzoni della "Louis Son Band" dall'Album "Lavori in corso 2017" (Testi di Luisa Borghi)

Dall'Album "Lavori in corso 2017" della Louis Son Band (Vittorino Albenga), Testi di Luisa Borghi - Fonte: You tube

"Luce" e "Raccolto", due stupende canzoni della "Louis Son band", i cui testi sono della mia amica Luisa Borghi.


Luce

Italia: Si è arrivati a pisciarsi addosso per paura di perdere il lavoro (Daniele Reale)

Daniele Reale, La schiavitù del Lavoro, 11/02/2017

Credevo di averle sentite tutte ormai, tra donne incinta licenziate, commesse costrette a lavorare 6 giorni su 7, chi si suicida a causa del troppo lavoro, chi perché non lo trova, e poi i braccianti che raccolgono pomodori a 2 euro l'ora, i vergognosi slogan schiavisti di pochi giorni a Brescia, ma poi ho letto la notizia dell'anno: "Costretto a urinarsi addosso".

Succede alla Sevel, stabilimento del gruppo FCA, ex Fiat di Atessa, dove un operaio dopo ripetute richieste di urgenza per recarsi in bagno, gli è stata negata la richiesta, e alla fine se l'è fatta addosso...

A questo siamo arrivati in Italia, urinarsi addosso per paura di venire rimproverati o peggio licenziati.

jueves, 9 de febrero de 2017

¿Existieron Realmente los Dinosaurios? (Jose Luis Camacho)

Jose Luis Camacho, Mundo Desconocido, 09/02/2017

Vedasi articolo in italiano: Sono veramente esistiti i dinosauri?

Hay algunas ideas que consideramos incuestionables debido a la fuerza con la que se nos han sembrado desde niño, una de ellas es la existencia de los Grandes saurios del Jurásico, pero ¿realmente, aquellos enormes reptiles existieron? o quizás todo se trate de un monumental montaje imposible de desmontar a estas alturas.

El siguiente video, se basa en las sorprendentes teorías de Robbin Koefoed, quien escribió “Los Dinosaurios Nunca Existieron”.

Sono veramente esistiti i dinosauri? (David Wozney)

Articolo originale in inglese "Dinosaurs: Science Or Science Fiction" di David Wozney - Fonte: Love for life, 14/09/2010
Tradotto in italiano da Anticorpi, 16/10/2015

Vedasi anche:

Introduzione

Quando i bambini si recano in un museo dei dinosauri, le figure esposte hanno a che fare con la scienza oppure con l'arte e la fantascienza? E' possibile che fin dall'età precoce siamo stati lavati di cervello affinché credessimo ad una favola? Domande del genere andrebbero poste a chi si arricchisce con il business dei dinosauri.

Questo articolo discute la possibilità secondo cui fin dalle prime, recenti 'scoperte' di 'fossili' di dinosauro abbia avuto luogo un continuo sforzo per costruire nell'immaginario collettivo un nuovo concetto artificiale di animale preistorico definito 'dinosauro.' Tutto ciò tramite l'uso di calchi in gesso combinata alla modificazione e riassemblaggio di ossa fossili di balene, elefanti, alligatori, rinoceronti, iguane, giraffe, bovini, canguri, struzzi, emù, ecc.

miércoles, 8 de febrero de 2017

"EL COMANDANTE": Basso gradimento per la "telenovela" diffamatoria della SONY (Selvas)

Fonte: Selvas, 05/02/2017

16mo posto tra i programmi più visti - 4,6% di rating e 16% di share

Non succede tutti i giorni che la sceneggiatura di una serie televisiva sia opera di un ex ministro dell'economia, e neppure che per il ruolo di un ex presidente di una nazione ricorrano ai servigi di un attore mediocre, conosciuto per aver prestato la sua faccia per il "re della cocaina": il "mitico" narcomafioso Pablo Escobar Gaviria.

E' successo con "El comandante", l'ultima serie della Sony Pictures dedicata al leader bolivariano Hugo Chávez. La finalità non trasparente o diffamatoria sembra fuori discussione: però hanno fatto un buco nell'acqua. Presentata in anteprima dalla rete colombiana RCN ha riscosso uno scheletrico 4,6% di rating e 16% di share. In altre parole: si è classificato al 16mo posto della graduatoria dei programmi trasmessi lunedì scorso.

In svezia (8° nella classifica truffa della libertà di stampa) l'informazione è monopolizzata da un'unica famiglia

Fonte: No a Massoneria e Nwo Macerata, 06/02/2017

Anna Hagwall
In Svezia l'informazione è monopolizzata dalla famiglia ebraico sionista Bonnier.

La svedese Anna Hagwall, membro del partito democratico, a proposito ha detto: ''Un intero 80 per cento dei mezzi di comunicazione è posseduto e controllato dagli stessi proprietari. Questo non è accettabile. Pertanto la proprietà dei media dovrebbe essere ripartita su molte aziende e persone indipendenti. Per cambiare questa situazione suggerisco di togliere i sussidi a questi media... La maggior parte dei piccoli giornali sono controllati direttamente o indirettamente dai Bonnier e pertanto è un mistero che i svedesi li sovvenzionino.''

Anna Hagwall per queste dichiarazioni poi è stata costretta a dimettersi dal suo partito.

La classifica mondiale sulla libertà di stampa? Uno strumento al servizio dell'imperialismo Rothschild

Fonte: No a Massoneria e Nwo Macerata, 20/04/2016

Reporters Sans Frontiers (RSF) annualmente pubblica una classifica sulla libertà di stampa nel mondo.

Analizzando questa classifica agli ultimi posti troviamo i paesi più odiati dai Rothschild cioè Corea del Nord (179), Siria (177), Yemen (170) Iran (169) Russia (148) e Venezuela (139).

Mentre ai primi posti troviamo i paesi del Nord Europa, che sono controllati dai Rothschild  come la Finlandia (1) Olanda (2) Norvegia (3) Danimarca (4), ecc. (1).

domingo, 5 de febrero de 2017

Carencias y "compañeros que se desmayan de hambre" denuncia estudiante del Liceo Benito Canónico ante Maduro (Video)

Fuente: Aporrea, 05/02/2016

En la alocusión brindada por el Presidente de la República en ocasión de su programa "Los Domingos con Maduro", la jovén que se identificó como vocera del liceo Benito Canónico, de Guarenas, denunció las lamentables condiciones en la que se encuentra la institución educativa. 

Problemas con la insfraestructura, servicio de luz, de comedor así como de inseguridad y violencia. Así mismo, la jovén insistió en la necesidad de que el gobierno reanude el servicio del comedor ya que varios compañeros se han desmayado de hambre.

Maduro lamentó "haber llegado hasta acá para saber esa verdad" y ordenó al viceministro de Seguimiento e Inspección de la Gestión de Gobierno, Carlos José Vieira encargarse del caso. Vease el video.

Michelangelo Florio Crollalanza, in arte William Shakespeare

Fonte: Libre, 05/02/2017

Nel testo: in Inglese scrolla = shake e lanza/lancia = speare, ossia Crollalanza = Shake-speare

William Shakespare italiano
La probabile origine messinese di William Shakespeare, nato nell’aprile del 1564 e spentosi 52 anni dopo, il 23 aprile 1616, nasce da varie considerazioni che hanno come denominatore comune la città dello Stretto, sia nella produzione letteraria del grande drammaturgo che nelle vicende della sua vita.

Lo ricorda Nino Principiato su “Messina ieri e oggi”, facendo notare che la commedia “Molto rumore per nulla” (“Much ado about nothing”), scritta da “Shakespeare” tra il 1598 e il 1599, è interamente ambientata a Messina e con personaggi tutti messinesi. 

Nel 1927 un giornalista romano, Santi Paladino, con un articolo sul quotidiano “L’Impero” dal titolo “Il grande tragico Shakespeare sarebbe italiano”, affermò che il “bardo di Stratford” sarebbe stato il calvinista siciliano Michelangelo Florio (Michel Agnolo), figlio di Giovanni Florio e di Guglielmina Crollalanza. Paladino si basò sul ritrovamento di un volumetto del Florio che conteneva numerosi proverbi che si ritrovano tutti anche nell’“Amleto”, tesi a cui dedicò due libri, già nel 1929 e poi nel 1955, “Un italiano autore delle opere shakespeariane”.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...